skip to Main Content
L’urgenza Della Sostenibilità E L’ascesa Di Nuove Forme Di Mutualismo

La sostenibilità resta una priorità per gli Italiani come emerge dalla ricerca “Economie coesive e l’ascesa del fattore comunitario” di Ipsos Italia presentata in occasione della XXI edizione delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile

La strada per avere un futuro migliore

Quattro sono le priorità per rendere migliore la società: mettere al primo posto l’ambiente e la sostenibilità (37%), distribuire maggiormente la ricchezza (35%), fermare la precarizzazione del lavoro (34%) e investire sulle famiglie (31%).

Secondo l’88% degli italiani la strada per avere un futuro migliore è rappresentata da un’economia più cooperativa.

È sempre più forte il bisogno di condivisione e mutualismo, per i tre quarti degli italiani c’è bisogno di imprese mutualistiche che hanno lo scopo di ripartire tar i soci il valore prodotto. Le imprese mutualistiche sono considerate un modello vincente per il bene dell’intero sistema economico secondo il 51% degli italiani.

“L’integralità della transizione non può fare a meno del mutualismo in tutte le sue forme – ha commentato Mauro Lusetti, Presidente di Legacoop – Emerge sempre più forte la richiesta di un “nuovo modello di sviluppo”, noi diciamo che il nuovo modello di sviluppo c’è già e si chiama cooperazione”.

Coesione come fattore che migliora la competitività delle imprese

Circa il 61% dei cittadini orienterebbe significativamente i propri acquisti verso imprese che integrano nella propria catena del valore un impegno verso la salute delle persone, il 57% verso il cambiamento climatico e il 55% verso la tutela dei minori.

Quale sostenibilità?

Le aspettative dei consumatori nei confronti delle aziende verso pratiche più sostenibili sono aumentate resistendo anche alle forti pressioni della pandemia. Non si tratta più una questione di quando le aziende dovrebbero perseguire un’agenda di sostenibilità, ma di come dovrebbero farlo.

Come ha sottolineato Enzo Risso, Direttore Scientifico Ipsos Italia: “I cittadini si aspettano che le imprese siano in grado di investire per sostenere la crescita dei territori e il cambiamento verso un’economia sostenibile”.

Se un’azienda non produce in modo sostenibile deve essere reso pubblico il suo disimpegno e lasciato che sia il consumatore a decidere se acquistare o meno i suoi prodotti secondo il 36% degli Italiani.

Oggi le aziende per essere sostenibili devono impegnarsi sull’ambiente e sulle condizioni di lavoro e le relazioni con i dipendenti (41%), sull’ambiente, sulle condizioni di lavoro dei dipendenti e sulle relazioni con la comunità (37%) ed esclusivamente sull’ambiente per il 9% degli Italiani.

SCARICA LA PRESENTAZIONE

Economie coesive e l’ascesa del fattore comunitario
Enzo Risso, Direttore Scientifico Ipsos Italia
DOWNLOAD

GUARDA IL VIDEO

AICCON

AICCON è il Centro Studi promosso dall'Università di Bologna, dal movimento cooperativo e da numerose realtà, pubbliche e private, operanti nell'ambito dell’Economia Sociale, con sede presso la Scuola di Economia e Management di Forlì.

COPYRIGHT © 2021 - Le Giornate di Bertinoro - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - Privacy Policy